Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricorda

Registra un nuovo account

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Ripeti password *
Email *
Ripeti email *

Menu Principale

News dal forum

  • Nessun messaggio da mostrare.

LETTERA A GIGI di Franco Volpato

San Giorgio delle Pertiche,  08.04.2016

Gigi,

dopo aver ascoltato la tua "cosidetta" trasmissione, mi sorprendo con carta e penna
e un bisogno quasi fisico di esprimerti ciò che penso; dopo il mio dire non avertene a male, te lo dico apertamente, non in anonimato.

Tu sei l'immagine puntuale di cos'è GAMMA 5 di questi tempi: un CLUB PRIVATO,  non più una Cooperativa Sociale!

Le tue trasmissioni?! Credimi, riflettono il NULLA che hai da dire alla platea che ascolta passivamente ciò che esce da quei microfoni. Sei, oggi, l'immagine plastificata  di una radio che poco o nulla ha  a che fare con lo spirito lasciato dal COMPIANTO!  Una radio sterilizzata nella quale (e tu lo sai bene!) imperano le 20 - 30 persone con le loro telefonate o SMS.  
Non è così Gigi? E si sente con con evidenza che siete "prigionieri" di questi MALATI RADIOFONICI!

 

Si potrebbe dire a proposito: " TELEFONO - MESSAGGIO, dunque ESISTO".  Non è così Gigi?

Oggi ti sei superato però!  Hai inventato le regole "SENZA TESSERA NON SI PUO'!

L'altro giorno, a proposito del referendum, quando ti prevenivo di possibili sanzioni a proposito di "PAR CONDICIO", hai stigmatizzato il mio dire obiettando proprio sulle "REGOLE"!!!
Anche oggi avrei potuto, visti i tuoi appelli. Ma non è lo scontro che cerco, è evidente per chi (come me)ascolta con un po’ di attenzione, la tua frustazione radiofonica che cerchi di coprire lanciando nell'etere grida insensate!

NON RODO NE' ROSICO, credimi Gigi, a volte provo nei tuoi confronti un senso, ma si!, di tenerezza!! TRASMETTI??? Dunque ESISTI! E guai se non ci fosse la radio! Esisteresti ancora? A te la risposta…

Mi permetto di scriverti in virtù della serietà con cui ho frequentato per tanti anni GAMMA 5 e per l'imbarazzo che provo davanti a certi comportamenti RADIOFONICAMENTE poco seri (per non dire peggio!)
Ma quel che mi fa più male è il livello d'ascolto: SUPINO - PRONO - ACRITICO anche di fronte alle banalità più evidenti!  Ma tant'è, così l'avete cambiata e così si va avanti! Del resto (sta nelle cronache, proprio tu dicesti in pubblica assemblea "PIUTTOSTO CHE CEDERE, DUE TANICHE DI BENZINA!"
 Due modi di voler bene, c'è chi si ritira e chi invece da fuoco!

NO Gigi, tienilo pure stretto quel microfono, ma, ti prego, cerca di dire qualcosa di più sensato, che non siano le INFRADITO o i tuoi presenti amori!
A parte quelle 20 - 30 affezionate persone, ben pochi smaniano per conoscere i risvolti del TUO VIVERE.

Ho certezza di averti sorpreso con questa mia, e so, altresì, per cosa certa che, come le altre lettere scritte al PRESIDENTE, LILLY, BIANDA - DOTT. VECCHIO, nulla cambierà. Ma come AGLI ALTRI, ti ho detto al mia, se vuoi, dura ma sincera. Nulla di personale, io la radio la vedo in modo diverso e sarà il tempo a stabilire i tempi e i termini delle posizioni in campo. Certo, MAI con due TANICHE DI BENZINA!!

Ti saluto con la speranza che questa mia non divenga motivo di ulteriori fuochi. Tienila per te, fai il saggio.

Ciao, Franco Volpato

PS:  Permettimi, visto che ci sono, di fare ANCHE A TE alcune osservazioni che ho fatto durante gli incontri che ho avuto e qualche proposta per cercare di recuperare la fiducia di tutti quegli ascoltatori (a parte i 700 della festa) che in silenzio se ne sono andati, o sono in ascolto ma silenti, perciò è come se non ci fossero!

1) Dite CHIARAMENTE che la COOPERATIVA GAMMA 5 NON ESISTE PIU'.

2) Al suo posto c'è ora un CLUB PRIVATO denominato ecc. ecc., niente di male ma ditelo per evitare eventuali confusioni.

3) Dedicate più tempo a mezzi per migliorare, una volta per tutte, la qualità delle emissioni! Parlo dei microfoni, lettori CD e via dicendo. Non basta dire (tu lo fai spesso)" IL BELLO DELLA DIRETTA" per  giustificare le varie avarie continue ed irritanti. E' POCO SERIO, credimi, e dà la sensazione di mancanza di rispetto per chi ascolta.

4) A proposito di ciò, cercate di evitare il dire "state là,  vado a caffè - sigaretta - alimenti vari" anche dopo 1 ORA DI TRASMISSIONE. Risulta evidente la scusa per RIEMPIRE in qualche modo il tempo!
E' più onesto e più giustificabile un BEL NON HO NIENTE DA DIRE! Faccio musica! Chi ascolta capirebbe di più.

5) Non abbiate paura delle dirette radiofoniche che sono state e saranno SEMPRE IL SALE DI GAMMA 5!!!
I dissidenti? Ci sono sempre stati, lo sai bene, ma se si schedano i loro numeri telefonici e si temono i loro interventi,  la RADIO e chi la rappresenta ne risulta offuscata e chi ascolta comincia a farsi delle domande,  non credi?

6) La mancanza endemica di conduttori e la conseguente messa in onda di registrazioni anche DATATE di mesi è un altro segno di disaffezione nei confronti della radio.

7) Nelle riunioni che fate TUTTE le settimane parlate di questa cosa o cos'altro? La pubblicità: altro segno della poca attrazione che esercitiamo nel mondo del lavoro! Chi informa chi, sul cerco-offro lavoro, si fa l'annuncio e poi … passano mesi o nessuno più dice niente! E pretendiamo che qualcuno ci dia fiducia… Allora!!! Di tutto di più! Vero?!

8) La deriva sugli orari d'inizio delle trasmissioni (c'è chi comincia alle 7.00, chi alle 8.00, chi alle 8.30 e via dicendo) fa presupporre l'inesistenza di una seria programmazione, con la perdita inevitabile di ascolti. Ricordati bene che i silenti ascoltano con attenzione e poi, visti i disguidi, cambiano (loro si) stazione. E' questo che vogliamo?

9) Pensiamo (SEMPRE!) che trasmettiamo per tutti, NON per i 20 - 30 AFICIONADOS! Altrimenti, sentendosi esclusi, fanno CLICK e i tuoi appelli (dove siete? Prendete il telefonino!ecc.ecc.) cadono INEVITABILMENTE nel vuoto!

Mi  fermo qui, ma tante sarebbero le osservazioni che si potrebbero fare e le decisioni alternative conseguenti per aumentare l'ascolto e il livello dei programmi.
Ma queste sono leMIE convinzioni e la finisco qua, fermo restando che è dal confronto anche duro che nascono le migliori soluzioni, non certo nascondendo, come fa qualche animaletto, la testa sotto la sabbia!!!

Ti devo davvero delle scuse per le lungaggini ma sai, Franco di nome con quel che ne consegue…
Ancora Ciao.

Per inviare commenti è necessario registrarsi